Main Menu

Perché il modello OpenSPACE funziona?

OpenSPACE

Perché il modello OpenSPACE funziona?

Perché il modello OpenSPACE funziona?

Il documento programmatico realizzato dalla grande comunità di pratiche

A conclusione del progetto quadriennale il partenariato di OpenSPACE, una grande comunità di pratiche, ha lavorato alla redazione di in un documento programmatico di 36 pagine che raccoglie gli apprendimenti e le proposte di OpenSpace. "Una specie di manuale per le scuole, gli enti del terzo settore, gli enti locali e anche il Ministero dell'Istruzione per realizzare un intervento efficace contro diseguaglianze e povertà educativa", scrive Luca Fanelli, coordinatore del progetto sul suo profilo Linkedin.

Il progetto ha coinvolto più di 4.000 giovani tra gli 11 e i 17 anni, più di 300 docenti e 300 genitori. Ha visto l’impegno di più di 50 rappresentanti di partner, educatori, personale amministrativo e un investimento di 3,2 milioni di euro.

A partire dall'esperienza realizzata nelle periferie di Bari, Milano, Palermo e Reggio Calabria, il documento fa riferimento agli orizzonti del Manifesto delle Avanguardie educative di Indire, proponendo un modello concreto di scuola, e contribuisce con una visione specifica a inquadrare gli investimenti e delle riforme previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza, in particolare per l’orientamento, l’edilizia scolastica, l’estensione del tempo pieno, nuove competenze e nuovi linguaggi, e riduzione dei divari territoriali.

Grazie all'interpretativa creativa di Luogo Comune il documento è diventato anche un murales, realizzato nel quartiere Pallavicino, nella periferia di Palermo.

 

 

 

IL modello OpenSPACE

Apprendimenti e proposte di un progetto quadriennale di contrasto alle disuguaglianze e alle povertà educative a Bari, Milano, Palermo e Reggio Calabria

Il

Altre notizie che potrebbero interessarti

I nostri progetti